Margherita Vicario presenta “La meglio gioventù”: «Sembra che tutto quello che facciamo non basti mai»

La meglio gioventù è il nuovo singolo di Margherita Vicario, fuori su tutte le piattaforme digitali e in radio per Island Records. Dopo il grande successo dell’album Bingo, un fantastico viaggio in technicolor, e dell’omonimo tour estivo, per la poliedrica e dinamica cantautrice è arrivato il momento di inaugurare una nuova stagione musicale con un brano esplosivo dal beat che entra in testa. L’intro solenne fa da apripista a un travolgente riff, destinato ad essere canticchiato già dopo il primo ascolto. Così Margherita ci porta sulla sua pista da ballo con un inno generazionale, portavoce di un sentimento comune di rabbia, ma anche di speranza: è tutta qui, tra sound dai tratti funky, la chiave per prendersi una rivincita personale.

“Sembra che tutto quello che facciamo non basti mai, ho la sensazione che la mia generazione arranchi, arrivi in ritardo su tutto e viva una frustrazione – spiega MARGHERITA VICARIO – “Spesso sono la burocrazia e l’idea di gioventù che c’è nel nostro paese a spaccarci il cranio, ci fanno credere di essere in ritardo o sbagliati, quando invece è la nostra società a funzionare male.”

Un testo forte, una strumentale super catchy con la produzione di Dade, una bass line difficile da dimenticare: La meglio gioventù è il messaggio ritmato che Margherita Vicario vuole gridare al mondo a volume altissimo, tagliente come la lama affilata che in sottofondo chiude il brano – Ahi, che dolore!