Alessandro Proietti: “Amo scrivere nelle ore buie, c’è un profondo silenzio che aiuta a guardarsi dentro”

Alessandro Proietti ha presentato il nuovo singolo Elettroshock (La Grande Onda Srl/A1), dopo l’uscita dell’album “Persiane del ’40“, all’interno del quale verrà integrato nella sua versione estesa. Alessandro Proietti a proposito di Elettroshock racconta:

Il singolo parla delle difficoltà all’interno delle relazioni , non sempre sono da interpretare come qualcosa di negativo. Spesso sono uno strumento per ritrovarsi o per mantenere vivo un rapporto. L’ho scritto di notte dopo che Edoardo Baiocchi, mio amico e produttore, mi ha inviato la strumentale. Amo scrivere nelle ore buie, c’è un profondo silenzio che aiuta a guardarsi dentro. L’arrangiamento è stato interamente curato da Edoardo, l’ ho aiutato solo nei dettagli in relazione a come volevo strutturare il pezzo. Non c’è stato bisogno di fare grosse modifiche, era tutto molto in linea con quello che mi piace.La chitarra dalle sonorità pop si mescola bene con il basso 808 che ricorda le sonorità moderne, abbiamo sperimentato.

Alessandro ha voluto raccontare anche la nascita del suo primo album:

“Persiane del 40 è il mio primo album ufficiale uscito per “LaGrandeOnda” . E’ molto personale e all’interno c’è tanto del mio percorso umano e artistico.I brani mantengono lo stesso sound ma sono molto differenti fra loro, Elettroshock conclude questo processo in bellezza con delle sonorità che mi rispecchiano al 100% in questo momento. Uso da sempre la scrittura come una valvola di sfogo e chi ascolterà il disco non farà fatica a notarlo“.