I Botanici presentano “Cose Superflue”: «È la profonda consapevolezza che nella vita non c’è altro scopo se non vivere»

A pochi giorni dall’uscita del malinconico singolo “Grandina”, I Botanici rincarano la dose con un altro brano estremamente sentito: Cose superflue, fuori il 16 marzo per Garrincha Dischi. Un racconto generazionale ma soprattutto esistenziale, con cui la band compie una profonda introspezione psicologica, per realizzare infine che «nella vita non c’è altro scopo se non vivere». Sono parole di una consapevolezza estrema, che nelle prime strofe vengono scagliate con forza verso l’ascoltatore nell’intenzione di risvegliarlo dal torpore dei propri pensieri. Tutto sembra sul momento di implodere fino a quando, nel bel mezzo del brano, si apre una parentesi strumentale che lascia spazio alla riflessione, spalancando lo sguardo sull’immensità che ci circonda e permettendoci di respirare, finalmente, a pieni polmoni.

«”Cose superflue” – afferma la band – è il racconto di chi crede ancora nella possibilità che esistano domande cercate, volute. È un racconto generazionale ma soprattutto esistenziale. È la profonda e destabilizzante consapevolezza che nella vita non c’è altro scopo se non vivere. Che non c’è tormento, preoccupazione, discussione che non riveli la sua futilità se comparata all’immensità di ciò che ci circonda».

I Botanici nascono nel gennaio del 2015 a Benevento. Nel 2017 esordiscono con “Solstizio”, LP pubblicato per Garrincha Dischi, sotto la produzione di Alberto Guidetti. La promozione del disco li vede in giro per più di 70 date in tutta Italia, su palchi e con band di spessore nazionale. Al termine del tour, pubblicano, sempre per Garrincha Dischi, “Solstizio Deluxe”, riedizione del primo disco contenente in aggiunta due brani inediti e una cover. Nel 2018, Mirko di Fonso, lascia la band per dedicarsi al suo progetto solista. I Botanici (Gianmarco Ciani, Antonio del Donno, Gaspare Maria Vitiello), pubblicano nel 2019 il loro secondo disco, “Origami”, contenente undici tracce tra cui un featuring con Lo Stato Sociale. Edito Garrincha Dischi e Fonoprint, anche in “Origami” la produzione è affidata ad Alberto Guidetti. La promozione del disco li vedrà impegnati fino a marzo 2019 in tour, seguiti da Stefano Titomanlio al basso che entrerà in pianta stabile nella band. Nel 2020 prende vita l’EP “Kirigami”, in cui la band coinvolge Maggio & Tanca, Le Endrigo e Giorgieness per arricchire, con la loro partecipazione, alcuni brani di “Origami”. Nel 2021 la collaborazione con Alberto Guidetti prende nuove forme. I Botanici suonano le chitarre nel brano “Fantastico!” pubblicato nell’EP “BEBO”. Nel 2022 riapprodano sulle scene annunciando il nuovo singolo “Grandina”, apripista del loro nuovo capitolo discografico, uscito l’11 febbraio per Garrincha Dischi.