Giusy Ferreri, guarda il videoclip del nuovo singolo “Cuore Sparso”

È online il video di Cuore Sparso (Columbia/Sony Music), il nuovo singolo di Giusy Ferreri attualmente in radio ed estratto dall’album “Cortometraggi”, sesto album in studio dell’artista, uscito a 5 anni di distanza dal precedente “Girotondo” (2017). Il video nasce da un’idea della stessa Giusy Ferreri e presenta i disegni e la calligrafia dell’artista, per la regia, editing, color e Vfx di Marco D’Andragora. Così l’artista racconta il video del singolo:

«Il video di “Cuore sparso” nasce da una mia idea per manifestare un semplice messaggio di pace, serenità, rispetto per la terra dove viviamo, della natura, della vita umana e animale. Sono semplicissimi e chiari messaggi comunicati attraverso altrettanto semplici disegni, alcuni ispirati da quelli per bambini, bozze e schizzi abbinati a ogni singola frase del testo del brano.Ho voluto realizzarli di mio pugno, a matita, per esprimere di volta in volta tutti questi concetti. Un cuore sparso, volante, libero e sognante, che affonda il suo sguardo in tutte le cose. Un cuore presente in ogni dove, contemplato ovunque e in tutte le cose. Grazie a Marco D’Andragora per aver dato vita, colore e movimento a ogni mio singolo disegno, incorniciandoli in tanti piccoli fotogrammi scanditi dallo stesso ritmo del brano. Grazie Floriana Mantovani per aver realizzato il mio logo dal cuore alato. Grazie a mio padre Alessandro che ha disegnato La Rosa (sulla frase “il mio cuore profuma di maggio”). Grazie a mia figlia Beatrice che ha disegnato la bimba (sulla frase “ho ancora voglia di giocare con te”) e dentro la sua palla, ho inserito i tratti del nostro pianeta Terra, perché il futuro della Terra che abitiamo è nelle nostre mani e in quelle dei bambini. Perché il mondo deve continuare ad essere il luna park che troviamo fuori dalle nostre porte di casa ma non un giocattolo stretto nel palmo di chi lo ferisce».

Cuore Sparso, una ballad che unisce un testo profondo e sensibile a un sound potente che si apre completamente nel ritornello, è un brano che guarda verso l’esterno, al non rimanere indifferenti a quello che accade nel mondo, e porta la firma di Giovanni Caccamo, Paolo Antonacci e Placido Salamone.