svegliaginevra annuncia il nuovo singolo (tutto qua) feat. M.E.R.L.O.T.

Dalla collaborazione di svegliaginevra e M.E.R.L.O.T. nasce il singolo (tutto qua), in uscita venerdì 8 aprile per La Clinica Dischi. La collaborazione con M.E.R.L.O.T. nasce da un’amicizia e dalla stima reciproca di due artisti che hanno la stessa visione sulle cose e lo stesso modo di vivere la musica.

“Un giorno, mentre ascoltavo (tutto qua) ho avuto l’idea di coinvolgere Manuel, siamo amici, ci stimiamo artisticamente e abbiamo la stessa visione sulle cose, lo stesso modo di vivere la musica e di conseguenza la scrittura. Gli ho subito mandato il provino su whatsapp e lui la sera stessa mi ha inoltrato la sua parte. Sapevo che sarebbe stato bellissimo, ma non così magico. La musica non esiste senza condivisione e questo feat ne è l’esempio”.

(tutto qua) arriva dopo il singolo quello che volevi e anticipa Pensieri sparsi sulla tangenziale, il secondo album di svegliaginevra, in arrivo il 22 aprile. In (tutto qua) i due artisti raccontano di un rapporto complesso, arrivato ormai agli sgoccioli e tenuto in piedi dalla consapevolezza di essere uguali ma che, nonostante questo, l’unica cosa che rimane da fare è tirare le somme e dire basta una volta per tutte.

“Alla fine di tutto, l’unica cosa che so fare è tirare le somme quando le cose scivolano via dal mio controllo. Che siamo fatti male lo sapevano già. E anche che siamo sbagliati, stanchi e sudati di baci maledetti che diventano colla per due fogli di carta strappati come noi. Se questo non è abbastanza per poter dire basta una volta per tutte, allora va bene così. Saremo quelli che avranno sempre sete ma almeno saremo insieme. La musica non esiste senza condivisione e questo feat ne è l’esempio. Sapevo che sarebbe stato bellissimo, ma non così magico”.

svegliaginevra è una cosa che ripeto spesso.
Sarà che sono pigra, sarà che vivo in un mondo tutto mio tra le poesie più belle, i film d’amore, i sogni, le canzoni tristi e qualche riflessione post-cazzata sul perché mi ostini a non contare mai fino a 100 prima di parlare, prima di fare, prima di essere me stessa sempre anche quando sarebbe il caso di trattenersi.
svegliaginevra me lo dice mia madre, me lo dicono i miei amici perché sono distratta la maggior parte delle volte e anche disordinata nei pensieri, nei piani e nella mia stanza. Faccio da sempre parte del ristretto gruppo di persone che hanno il talento di dimenticare le cose importanti come i compleanni e gli appuntamenti ma non le cose inutili come i nomi degli ex.
svegliaginevra dunque lo spiego così, come un risveglio che avviene attraverso la musica e le parole. Le parole sono importanti perché ci aiutano a capire chi siamo e cosa abbiamo dentro. E’ così che scrivere per me diventa l’auto-analisi necessaria alla sopravvivenza di ognuno di noi.
svegliaginevra è la mia sveglia personale, non quella alle 7 del mattino ma quella della mia vita che mi salva sempre dai momenti peggiori, quando sembra che il mondo mi stia crollando addosso, quando sembra che le cose stiano andando dalla parte sbagliata, quando penso di essere io quella sbagliata. Svegliatevi con me“.