Emilio Stella ci svela il nuovo disco “Salva”: «Un album diverso dal passato, forse l’unico totalmente mio»

Salva è il nuovo album del cantautore romano Emilio Stella (Aloha Dischi). È un disco che tocca varie sonorità, dal folk al reggae, dal rock al rap. Un album contaminato, profondo come il mare che viene evocato in quasi tutti i brani. Salva è il concept, il messaggio ricorrente: in un’epoca come quella attuale, un monito necessario per ricordarsi delle piccole cose, che sono le più difficili da vedere ma le più importanti da salvare.

L’album si apre con l’omonimo brano Salva, featuring Simone Cristicchi, che invita ad individuare le cose importanti nella vita e riassume il messaggio centrale dell’intero lavoro discografico. Si prosegue con Mare, una dedica al mare visto come sorgente di vita e con brani dalle tematiche sociali tra cui spicca Consumatore feat. Bestierare (gruppo storico della scena rap romana, del quale fa parte anche l’attore Elio Germano), una protesta verso una società sempre più consumistica. Non mancano anche riflessioni sugli aspetti intimi e privati dell’amore e della famiglia: indicative sono Sul pianeta degli amanti featuring Frances Alina Ascione (Radio 2 Social Club con Luca Barbarossa e Andrea Perroni, corista di Calcutta e Tommaso Paradiso) e Una stella viola, brano che Emilio dedica alla propria figlia e alla madre della bambina.

Salva lo ritengo il disco più importante del mio percorso. Un album diverso dal passato, forse l’unico totalmente mio, senza interferenze esterne, senza il pensiero di fare qualcosa per il mercato. C’è dentro tutto quello che mi piace musicalmente ed è il mio primo album da padre, un evento che ha cambiato anche il modo di vedere le cose. Mentre nel passato ho scritto brani con un punto di osservazione esterno, oggi ho cambiato punto di vista, scegliendone uno più personale. Ho fatto un bel viaggio nelle profondità del mio essere umano e, ripensando a questo disco in futuro, vorrei poterlo riconoscere come un traccia del mio passaggio in questo mondo. Salva mi sembrava il titolo perfetto, la parola giusta per esprimere tutto questo. Salva in memoria. Salva ciò che c’è di bello. Le piccole cose, come una canzone. Salva la vita.” – Emilio Stella

Emilio Stella è un cantautore affermato nella scena indipendente romana in particolare per aver scritto brani sociali ed ironici che lo hanno portato a ricevere l’attenzione dei media tradizionali come giornali e tv. Condivide il palco con artisti come Simone Cristicchi, Alessandro Mannarino, Piotta, Bandabardò, Après la Classe, Il Muro del Canto e collabora con Er Pinto, ex esponente del gruppo di poeti urbani “Poeti Der Trullo”. Il suo primo album, “Panni e Scale”, autoprodotto nel 2011, contenente undici tracce, gli consente di ottenere i primi riconoscimenti. Le canzoni di Emilio Stella parlano di case popolari, della vita in cantiere, di strade fatte per andare al lavoro, per raggiungere un sogno o semplicemente il mare. Nel 2012, il brano “Festa” viene inserito in un cd album del “Club Tenco”, che raccoglie tra i più interessanti progetti della nuova canzone d’autore italiana ed Emilio Stella viene invitato ad esibirsi a Sanremo nell’ambito del ”Premio Tenco”. Vincitore del “Premio Stefano Rosso”, miglior testo e primo premio a “Botteghe D’Autore”, Live Musik Festival, “Poeta Saltimbanco” (dedicato a Franco Califano ed intitolato a Piero Calabrese). Tra i vincitori della prima edizione di “Dallo Stornello Al Rap”, Emilio Stella traccia un solco nella nuova scuola romana dei cantautori emergenti degli ultimi anni. Nel Maggio 2014 il lancio del singolo “Capocotta non è Kingston”, accompagnato da videoclip, in poche settimane supera le 100.000 visualizzazioni e viene indicato da Il Fatto Quotidiano, Repubblica e Messaggero, come il tormentone dell’estate 2014. Studio Aperto Italia Uno gli dedica un servizio. Nel 2015 ottiene un altro passaggio televisivo su Canale 5 con la canzone “Un cane” all’interno della trasmissione “l’Arca di Noè”. Nello stesso anno collabora con Alessandro Canini (già produttore di Tiromancino, Venditti, Zarrillo) ed è selezionato tra i 60 finalisti di Sanremo Giovani. Nell’estate del 2016 lancia on line un nuovo singolo dal titolo “Pontina”, che da subito diventa virale e suscita l’attenzione dei media. La canzone viene trasmessa da diverse radio e passata con il videoclip all’interno della trasmissione “Blob” di Raitre.

Nel 2017 è vincitore del primo premio assegnato dal pubblico alle audizioni live di Musicultura. Il 14 settembre 2018 esce “Suonato”, il nuovo album, che porta in giro nei live club e nelle piazze. Nel 2019 la canzone “E io te Amo” scritta con Er Pinto, viene trasmessa allo stadio Olimpico durante le partite di Coppa Italia della As Roma. E’ autore delle musiche di “dalle sbarre alle stelle” spettacolo teatrale con Flavio Insinna per la regia di Ariele Vincenti. Blob di Raitre, nella sera di Natale, gli dedica un servizio.

Nel 2020 esce su tutte le piattaforme digitali il singolo “Cosa Rimane” scritto con Er Pinto e ispirato a “Fontana chiara” di Rino Gaetano.  Sempre nell’estate del 2020, esce un altro singolo dal titolo “L’Isola di Plastica” in feat. con Samuel Stella il cui video viene trasmesso da Blob di RaiTre. Nel 2021 collabora con Giulia Anania (autrice per Emma Marrone, Laura Pausini, Nek ecc) portando in scena uno spettacolo di teatro canzone dedicato a Gabriella Ferri. Il 26 Marzo 2022 partecipa sul palco di Piazza San Giovanni a Roma alla manifestazione “Insieme per la pace” con Diodato, Roy Paci, Margherita Vicario, Elio Germano, Sinigallia, Gaia, Eugenio in via di Gioia e tanti altri.
Gli ultimi mesi, oltre ai concerti in band e unplugged, sono stati dedicati al lavoro sul nuovo album con importanti collaborazioni: tra gli altri Simone Cristicchi, Bestierare (Elio Germano, Johnny Para, Matt Plug) e Frances Alina Ascione (Radio 2 Social Club con Luca Barbarossa e Andrea Perroni, corista di Calcutta e Tommaso Paradiso). A Maggio 2022 esce “Salva” il primo singolo estratto che anticipa la pubblicazione dell’album a giugno 2022 in uscita per l’etichetta discografica Aloha Dischi.