Tutti vogliono essere Tananai! L’artista, dall’ultimo posto a Sanremo, ha avuto una evoluzione incredibile

Diciamola tutta: tutti vogliamo essere come Tananai. L’artista si è presentato al Festival di Sanremo come il classico sconosciuto (per molti, ma non per tutti), pronto a giocarsela con i big di turno senza aver nulla da perdere. Infatti, come ha confermato lui stesso, l’avventura sanremese non è stata soddisfacente. L’esibizioni non erano perfette a tal punto da portarlo all’ultimo posto in classifica. Non un grande risultato per molti, ma non per Tananai che ha mostrato con grande simpatia che in fondo un ultimo posto in classifica non è la fine del mondo.

Credo che proprio quello status mentale, quella voglia di non lasciarsi abbattere che ha portato l’artista ad un’incredibile notorietà. Proprio da quel momento, tutti hanno amato Tananai. L’ultimo classificato diventa il beniamino di tutti. Il suo brano sanremese schizza in classifica e da “Sesso Occasionale” è diventato “Sesso costante”.

Alberto è quel bravo ragazzo che non ha mai mollato e che grazie al suo umorismo, talento e quel pizzico di fortuna che non guasta mai, è arrivato in cima. Tutti vogliamo avere il percorso di Alberto. Tutti siamo quei bravi ragazzi dai grandi sogni che tentano quotidianamente di arrivare in cima.

Tananai ci insegna che nonostante le delusioni, non dobbiamo mai mollare perché a volte proprio da quelle delusioni possono arrivare grandi soddisfazioni.


Tananai, nome d’arte di Alberto Cotta Ramusino, nasce a Milano l’8 maggio 1995. Appassionato di musica elettronica fin da adolescente, si dedica alla produzione musicale e nel 2017 pubblica il suo primo album “To Discover And Forget” con lo pseudonimo Not For Us. Terminato il progetto, Alberto sente la necessità di esplorare altri generi musicali e inizia a scrivere e cantare brani in italiano, per i quali continua a occuparsi anche della produzione. Nel 2019, con il nuovo nome d’arte Tananai, che sottolinea la sua nuova natura musicale, non più solo produttore, ma anche cantante, l’artista pubblica i singoli “Volersi Male”, “Bear Grylls”, “Ichnusa” e “Calcutta”, A gennaio 2020 esce il suo primo EP “Piccoli Boati”, contenente il singolo “Giugno”. Il 2021 inaugura una nuova fase della carriera di Tananai. L’anno si apre con la pubblicazione del singolo “BABY GODDAMN” (certificato disco di platino) per Eclectic Music Group, sotto l’etichetta Polydor/Universal Music. A quest’uscita segue l’inedito “Maleducazione”, pubblicato il 17 settembre. Alla ricerca continua di nuovi stimoli e contaminazioni anche dalla scena musicale che lo circonda, collabora nel brano “Le madri degli altri” di Fedez e nel remix di “Il Boom” di Jovanotti. A dicembre Tananai è tra i finalisti di Sanremo Giovani con il brano “Esagerata”, grazie al quale è tra i tre vincitori dell’ottava edizione della competizione. La vittoria gli assicura un posto tra i 25 Big in gara al 72° Festival di Sanremo nel 2022, al quale Tananai partecipa con il singolo “Sesso occasionale” (certificato disco di platino). A pochissimi giorni dalla conclusione della kermesse il singolo è in Top10 tra i brani più ascoltati di Spotify Italia e anche il precedente “Baby Goddamn” scala le classifiche, restando stabile per due mesi in Top10 di Spotify Italia e nella Top10 dei singoli più venduti per la classifica Fimi/gfk. Il giovane cantautore milanese ha portato nel mese di maggio la propria musica in tour nei club, dove ha registrato il sold out in tutte le date. Proseguirà poi l’esperienza live nella tournée nei principali festival estivi della Penisola e ritornerà nei club in tour nel 2023. Il 3 giugno esce il singolo “La dolce vita” di Fedez che vede la partecipazione di Tananai insieme a Mara Sattei.