Metanoia, guarda in anteprima il videoclip del nuovo singolo “Lato Sud”

È disponibile in rotazione radiofonica e in digitale Lato Sud (LaPOP), il nuovo singolo dei Metanoia. Il brano racconta di un rapporto occasionale favorito dall’alcol. Il problema è che questo incontro lascia qualcosa all’interno del protagonista che non riesce a smettere di pensare a quella persona. Apparentemente è un titolo che non significa nulla, due parole insieme per caso, in realtà Lato Sud è il nome di un lido a Tortoreto (TE), paese di provenienza della band. È il luogo dove i Metanoia consumano le proprie estati tra birre, musica e amici; quindi, quale titolo se non il posto dove effettivamente l’estate prende vita? Spiega Enrico, il cantante del gruppo a proposito del brano:

Abbiamo voluto rendere omaggio a questo posto che per noi è sacro, il Lato Sud sta a noi così come il Bar Mario sta a Ligabue. È il nostro ritrovo, il luogo dove tutte le nostre avventure iniziano o finiscono, d’estate non c’è sera in cui non ci passiamo. Abbiamo voluto fare questo pezzo perché per noi l’estate significa questo e perché siamo fieri del paese da cui veniamo, Tortoreto. La canzone non è inventata, davvero succedono cose di questo tipo, crediamo che il sesso sia la cura a tutto, ma in realtà ci capita spesso che sia una malattia”.

Il videoclip di Lato Sud è interamente girato a Tortoreto, paese d’origine della band e vuole essere un inno alla libertà, un modo per vivere l’estate spensieratamente. La regia è affidata a Mattia Saggiomo, mentre il protagonista è Daniel Di Giovannantonio: i due formano un binomio noto con i Metanoia.
Nel video si vedono i posti più suggestivi di Tortoreto: su tutti il centro storico e le spiagge. Il protagonista gira e corre per tutto il paese per arrivare infine al Lato Sud, luogo simbolo della canzone.

Liceo Scientifico “Marie Curie” di Giulianova (TE), quinto anno. Enrico, il cantante, aveva poca voglia di seguire, ma sentiva il desiderio di scrivere canzoni e così iniziò l’avventura dei Metanoia tra scuola marinata e una chitarra in riva al mare. Era il 2014 e una formazione embrionale fatta di amici veniva fuori. Ci vorranno 5 anni, alcol e nostalgia per vedere i Metanoia di oggi, con Giuseppe alla chitarra, Federico alla batteria e Jacopo al basso. Nel 2019 inizia il percorso del gruppo con un album auto prodotto “L’Equilibrio dei numeri primi”, primo esperimento che porta i Metanoia a conoscere le dinamiche di studio, insomma la classica esperienza. Tutto cambia nel 2020 quando la band incontra Luigi Tarquini e Federico Fontana, produttori di Alti Records. I ragazzi capiscono la via che vogliono percorrere ovvero un pop originale ed internazionale immerso in una scrittura cantautoriale. Da questo sodalizio nascono “VIVI”, “Cioccolata” e “Venere”, singoli molto fortunati che portano il gruppo a farsi conoscere anche fuori regione. I numeri sono entusiasmanti, “Venere” infatti raggiunge 142 mila stream su Spotify. Questo porta i Metanoia a suonare su e giù per lo stivale con più di 100 concerti, aprendo anche a Meganoidi, Cosmetic e Cisco, ex leader dei Modena City. Ad aprile 2022 entrano a far parte dell’etichetta LaPop, con cui pubblicano il 29 dello stesso mese il singolo “Mezzanotte”.