Alessandro Martire presenta “Wind of Gea”: “L’album ha la capacità di accendere la fantasia di tutti”

Il pianista e compositore di fama internazionale Alessandro Martire pubblica oggi 25 novembre il suo nuovo album “Wind of Gea” per Carosello Records, andando ad arricchire un curriculum che vanta performance mozzafiato in contesti naturali e urbani ricercati di tutto il mondo, l’ideazione dei format musicali Floating Waves Concert e Ice Waves Concert, la direzione artistica del Lake Endless Joy Festival, un’intervista one-to-one su Forbes US e la freschissima collaborazione con Woolrich e Wanderlust Vision sulla cima innevata del Kronplatz (Plan de Corones).

Wind of Gea” è un album che inizia a formarsi a partire dal 2020. Molte delle sue musiche sono state scritte nei primi mesi di quell’anno, durante il lockdown e nei mesi di presentazione del disco precedente e dei tanti nuovi progetti concertistici. L’esplorazione di nuove terre con gli occhi pieni di curiosità e meraviglia hanno spinto Alessandro Martire verso nuove sfide: una di queste, quella più intima e spontanea, è stata proprio la realizzazione di questo album.

Alessandro ha, infatti, trasformato in musica sensazioni ed emozioni di questi ultimi due anni tra viaggi, esperienze uniche e incontri, ma anche momenti di raccoglimento e riflessione, immergendosi in una nuova dimensione creativa dove, dopo un primo momento di esitazione, ha trovato nuove idee e ispirazione sulle quali porre le basi di questo nuovo progetto. Dal Polo Nord ai fari di Formentera, ciascun brano racconta come musica e natura si fondano e creino un vento interiore, profondo ed emozionale, come una sorta di colonna sonora di luoghi che rimangono impressi indelebilmente.

Uno di questi luoghi è il Kazakistan, Paese in cui Alessandro Martire ha registrato il video suggestivo di uno dei nuovi brani del disco, “Larme” nel Charyn Canyon e dove è recentemente stato ospite per una serie di appuntamenti concertistici. L’Ambasciatore d’Italia in Kazakistan e Kirghizistan, Marco Alberti, descrive così la collaborazione nata con l’artista:

«Siamo felici di aver collaborato a questa iniziativa. Per noi Larme resterà la “colonna sonora” dei 30 anni di relazioni fra Italia e Kazakistan, celebrati nel 2022. Questa musica esprime l’idea dell’armonia come riferimento dei rapporti fra i popoli, ma anche fra la persona e la natura, rappresentato dal Charyn canyon. Il talento di un giovane italiano, come Alessandro, proposto in un Paese di giovani, come il Kazakistan, che amano l’Italia. Successivamente riproposto con grande successo anche in Kirghizistan».

Tracklist:

Larme
Sedna
Aria
Victory
Faro de la Isla
Vikôy
Reitia
Clouds
Flowers
Francis
Wind of Gea

I primi appuntamenti per ascoltare dal vivo i brani del nuovo album “Wind Of Gea” sono il concerto piano solo presso la Pinacoteca Civica di Como (20 dicembre), il concerto piano solo per Ice Waves Experience presso La Tchavana di Mandriou-Champoluc (27 dicembre) e, andando oltre i confini nazionali, il concerto ad Alula in Arabia Saudita (7 marzo 2023).